La Fiera Vesuviana

La Fiera Vesuviana è un’ istituzione storica ed è patrimonio culturale delle popolazioni dell’ Area Vesuviana tramite apposito Comitato Fiera. Hanno sottoscritto un protocollo per la tutela e la valorizzazione di questa storica manifestazione ventitrè Comuni dell’ Area interna oltre alla Provincia di Napoli. La Fiera Vesuviana si tiene ininterrottamente dal 1613, quando venne fondata dal Marchese Scipione Pignatelli, signore di Palma e Lauro, trasformando in Fiera la festa in onore di San Gennaro che da lungo tempo si celebrava, con grande concorso di popolo, davanti alla Chiesa Sant’ Januarius in Silvia di origine medievale, situata in mezzo al Planum Palmae, dove era allocata l’ antica Cavallerizza di Re Ferrante. Grazie ai Frati Minori che la propagandavano tra le popolazioni dell’ Agro-Nolano, Vesuviano e Sarnese ed offrivano ospitalità ai venditori, la Fiera di San Gennaro Vesuviano ebbe grande risonanza e fu subito considerata un appuntamento importante per le popolazioni, per artigiani e mercanti da essere citata come esempio di organizzazione già nel XVII secolo

Ebbe una propria sede stabile sui 20 moggi di terreno (80.000 mq) e per tutelare il suo spiazzo da usurpazioni, furono disputate controversie nei secoli XVII,XVIII e XIX. Fu resa Fiera Franca, cioè libera da gabelle e da dazi, ebbe propria amministrazione col “Catapano” (Maestro di Fiera investito dall’ autorità feudale) che disponeva di propri gendarmi, di luoghi di pena,amministrava la giustizia per reati commessi durante la fiera e per fatti di fiera, assegnava gli spazi, concedeva lasciapassare, gestiva le carceri. Non mancano nella sua storia episodi eclatanti e vertenze lunghissime per preservare lo Spiazzo, sede della fiera.

La Fiera Vesuviana di San Gennaro Vesuviano è stata, nei secoli, il più importante momento di scambio commerciale nell’ area interna del Vesuvio, tanto che non poterono sorgere altre istituzioni fieristiche che potessero danneggiarla. Per tutto il XIX secolo la Fiera ha svolto il suo ruolo di scambio e di vetrina della produzione vesuviana. Da circa un ventennio è stata delocalizzata per sviluppare il suo ruolo e la sua funzione in uno spazio adeguato alle moderne necessità espositive. La sede attuale della Fiera è costituita dall’ Azienda Agraria dell’ Istituto Statale “Caravaggio” che offre i suoi spazi e le sue attrezzature.

Edizione
2020

Accedi al tour virtuale della Fiera Vesuviana 2020
Ancora una volta la Fiera ha vinto!

Quest’anno è stato segnato da una emergenza sanitaria, che tutt’ora, anche se controllata, continua, una emergenza che ha cambiato le nostre vite, ha modificato comportamenti e consuetudini consolidate, che ci ha fatto apprezzare, riscoprire e riconoscere le cose importanti, quelle che veramente contano nella nostra esistenza: gli affetti, la salute, la solidarietà. Organizzare la Fiera significava superare difficoltà oggettive ed anche preoccupazioni umane legittime. Ma la Fiera ci ha insegnato, forte della sua lunga vita, che le sfide vanno affrontate, che i cambiamenti vanno gestiti, che i momenti difficili passano e ci rafforzano, che non bisogna mai arrendersi. Infatti, da 407 anni, sempre la stessa, ma sempre nuova e diversa, a volte più ricca e brillante, altre più dimessa, ma sempre bella, non ha mai mancato un appuntamento.

Quest’anno, la Fiera per continuare a riproporsi e ad esserci è dovuta, adeguandosi ai tempi e alle circostanze contingenti, diventare Virtuale. Non abbiamo potuto sederci insieme per mangiare un panino con il soffritto, una pizza al tarantiello, una bella pasta e fagioli o un piatto di spaghetti con noci e nocciole, niente spettacoli di musica ed equestri, convegni e conferenze, ma una bella camminata in un percorso virtuale che ci ha fatto entrare nelle botteghe artigianali e nelle aziende del nostro territorio, per scoprirle, conoscerle e meravigliarci, per apprezzarne la produzione, la qualità, la bravura e la eccellenza.
E poi un pò di memoria, che fa comunità, che è bello e necessario: nella nostra Piazza sono tornati i treppiedi, le scale, le ceste e i cestini, gli ombrelli e le sedie impagliate, gli attrezzi agricoli e l’artigianato tradizionale, per uno spaccato della nostra Fiera degli anni ’50 e ’60. Non i grandi capannoni espositivi, ma una piacevole passeggiata tra i “ricordi”e tra le immagini di una volta, proposte dalla mostra fotografica.
E’ la Fiera del 2020, è la Fiera che resiste e che non ha voluto mancare neanche a questo 407esimo appuntamento. W la Fiera e tutti i sangennaresi che amano.
Il Comitato Fiera Vesuviana

I nostri
Social

200 item(s) « 3 of 10 »

Contattaci

Indirizzo Via Poggiomarino, San Gennaro Vesuviano
Email info@fieravesuviana.it